Lorem ipsum dolor sit amet gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci. Proin gravida nibh vel veliau ctor aliquenean.

Follow me on instagram

+01145928421
mymail@gmail.com

Una Pasqua dolcissima: la colomba e le uova di cioccolato

pasqua

Una Pasqua dolcissima: la colomba e le uova di cioccolato

Come ogni festività che si rispetti, anche la Pasqua è scandita dall’arrivo nelle nostre pasticcerie dei dolci tipici di questo periodo secondo la tradizione culinaria italiana: la colomba e le uova di cioccolato.

Due dolci totalmente agli antipodi, per gli ingredienti, la lavorazione e per le loro origini: entrambi però hanno un forte significato simbolico che trova le sue radici nella tradizione cristiana.

Andiamo alla scoperta della storia di questi due dolci pasquali, per conoscere come sono entrati nella nostra tradizione pasticcera.

 

La colomba

Come per il panettone e il pandoro, così anche la colomba è un dolce che ha le sue origine in Italia: nonostante numerose leggende sulla sua origine, nasce in realtà dall’intuizione di una delle aziende del nostro Paese più famosa per i suoi prodotti dolciari, Motta. Negli anni ‘30 il direttore della pubblicità dell’azienda, Dino Villani, suggerì di riutilizzare i macchinari per i panettoni per realizzare quella che è oggi la colomba.

La scelta di questa forma particolare è dovuta al fatto che la colomba è un simbolo ricorrente nella religione cristiana: dalle vicende di Noè alla rappresentazione dello Spirito Santo, questo animale ha sempre raffigurato l’intervento divino e la pace.

I nostri maestri pasticceri Arisbar preparano ogni anno colombe nella versione classica, in quella più golosa al cioccolato e nella variante fruttata all’albicocca.

 

Le uova di cioccolato

L’uovo è, fin dall’antichità, il simbolo del rinnovo: gli antichi Romani, ad esempio, sotterravano un uovo rosso nei campi come rito propiziatorio per la semina di Primavera. I Cristiani, che nel corso della storia hanno assorbito molti riti pagani, hanno fatto loro questo simbolo. E non a caso Pasqua è celebrata nella prima domenica successiva al Plenilunio che segue l’Equinozio di primavera.

Nel Medioevo si prese l’usanza di regalare delle uova decorate a Pasqua, come simbolo della rinascita di Cristo: nel corso della storia nobili e re ricevettero in regalo uova decorate in modo pregiato, fino a giungere alle uova dell’orafo Peter Carl Fabergé che nel 1883 realizzò per la zarina di Russia, su commissione dello zar, un uovo in platino, smaltato bianco, che conteneva al suo interno un ulteriore uovo in oro, che a sua volta portava in sé due doni: una riproduzione della corona imperiale e un pulcino d’oro.

Fu dunque Fabergé, secondo la leggenda, a dare il via alla tradizione del regalo dentro l’uovo. A Rudolphe Lindt, nel 1789, invece dobbiamo l’invenzione del conchage, il processo che permette al cioccolato di diventare lucido e vellutato così come oggi lo conosciamo.

Nel 1825 invece l’olandese Coenraad von Houte inventò il dutching, la lavorazione per realizzare le uova vuote all’interno. E infine un inglese portò alla fama mondiale questo dolce: nel 1875 John Cadbury avviò la prima produzione in serie di uova di cioccolato.

Una storia lunga secoli quella di questo dolce che oggi entusiasma i bambini, che attendono con trepidazione il momento per rompere il guscio di cioccolato e scoprire la sorpresa al suo interno.

 

Noi di Arisbar anche quest’anno portiamo nelle nostre pasticcerie le varianti più golose delle uova di cioccolato: le classiche al cioccolato al latte e fondente, pralinate alle nocciole, al pistacchio, alla fragola, Ducée al caramello, al muesli con cioccolato bianco.

Le uova di cioccolato sono anche un dolce pensato per gli adulti: ecco perché realizziamo anche uova preziosamente decorate, che sono una splendida idea regalo da porgere nel giorno di Pasqua.

Scrivi un commento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi