Lorem ipsum dolor sit amet gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum auci. Proin gravida nibh vel veliau ctor aliquenean.

Follow me on instagram

+01145928421
mymail@gmail.com

La magia del caffè letterario

arisbar-caffe-letterario-dolce-lucia

La magia del caffè letterario

Oggi siamo abituati a pensare la pausa caffè come un momento breve, un break di pochi minuti tra un impegno e l’altro della nostra giornata. Qualche chiacchiera veloce con un collega o un amico, un’occhiata alle notizie del giorno sul nostro smartphone, un giro di cucchiaino nella tazzina e via di nuovo con la quotidiana frenesia.

 

Il caffè letterario nella storia

C’è stato un tempo però in cui il caffè era una bevanda da sorseggiare lentamente e in compagnia, un ritaglio della propria giornata dedicato alla conversazione e all’ascolto. Così nel 1700 nacque a Parigi il caffè letterario, una tipologia di salotti per intellettuali che ben presto si sparsero a macchia d’olio prima nella capitale francese e poi nelle principali città europee.

In Inghilterra e in generale nei paesi anglosassoni, si diffusero rapidamente le Coffee Houses, dove scrittori, poeti, nobili e borghesi si riunivano per discutere di innovazioni importanti, della società, di politica e di arte e letteratura. In Italia il caffè letterario divenne un’abitudine borghese e nobile e non a caso una delle riviste più lette e illuminate dell’epoca, fondata da Pietro Verri, prese proprio il nome di “Il Caffè”.

I salotti letterari in cui si gustava il caffè divennero presto il trampolino di lancio di celebri scrittori, poeti e artisti che qui venivano consacrati dagli uomini e le donne più influenti di quel secolo. E sempre in questi luoghi si decidevano le sorti della politica: l’impegno civile e culturale si esprimeva tra un sorso e l’altro di questa scura e a volte amara bevanda. I caffè letterari erano soprattutto espressione di una nuova borghesia, che marcava la distanza con i salotti aristocratici e con le birrerie e osterie popolari.

 

Il caffè letterario de La Dolce Lucia

Cosa ci affascina ancora oggi di quel mondo che sembra perduto per via di un nuovo stile di vita dove il tempo scorre velocissimo? Quella piccola magia che trasforma il semplice momento di un caffè in una pausa per l’anima e la mente.

E per questo principio romantico che a La Dolce Lucia abbiamo scelto di rivivere l’esperienza dei caffè letterari di un tempo ospitando una serie di appuntamenti dedicati a svariati temi culturali, artistici, gastronomici, persino sportivi che possano rendere la pausa caffè un momento di conversazione, di crescita personale, di sorrisi e riflessione.

Così sono nati gli appuntamenti che hanno animato il nostro locale di Casalecchio di Reno, che ha ospitato in questi mesi scrittori, esperti e professionisti dello spettacolo. Incontri nati con l’intento di dare lustro e visibilità alla realtà culturale e sociale del territorio bolognese e che si sono trasformati in occasioni di dialogo, confronto e divertimento.

In primis c’è il desiderio di Arisbar di creare uno spazio di riflessione: da qui gli incontri con la dottoressa Annalisa Adami, medico chirurgo specialista in Scienze dell’Alimentazione presso Meridiana Medical Center: tre appuntamenti alla scoperta del “mangiar sano” con il contributo speciale del nostro chef Massimo Filippini.

Un altro aspetto importante del caffè letterario targato Arisbar è l’originalità: così abbiamo dato vita a Metti una pizza in noir, un viaggio alla scoperta degli scrittori gialli bolognesi accompagnato da buona musica e dalle nostre pizze, realizzate secondo la tradizione napoletana.

E poi c’è la nostra amata Bologna, a cui abbiamo dedicato l’incontro con la scrittrice Serena Campi, nelle librerie con il romanzo autobiografico “Gardlén, una storia bolognese:” un pubblico bello e numeroso ha potuto partecipare anche alla premiazione del concorso fotografico “La mia Bologna con Gardlén”, lanciato dalla community “La mia Bologna Amarcord”.

E ancora ci ha fatto compagnia la scrittrice di racconti e docente di Psicologia Maria Paoloni, che ha presentato il suo romanzo d’esordio “In quel che resta nel tempo” nella cornice del nostro Dolce Lucia.

Con lo scrittore ravennate Paolo Casadio, attraverso il suo ultimo romanzo edito da PIEMME “Il bambino del treno”, abbiamo rivissuto la storia della Romagna durante la Seconda Guerra Mondiale. E abbiamo avuto il piacere di ospitare per ben due volte la presentazione di “Non è colpa mia”, opera prima del giovane scrittore di Casalecchio di Reno, Fabio Cassanelli .

E come dimenticare l’incontro con Giorgio Comaschi, che nella veste di scrittore con la sua ultima fatica puntoCOM ha intrattenuto i nostri ospiti a cena condividendo la sua esperienza come tifoso rossoblù, raccontata ovviamente con il suo stile frizzante e allegro.

E per il divertimento di grandi e piccini, Arisbar è stato il palcoscenico dello spettacolo di burattini e teatro dialettale.

Il nostro Caffè letterario è lo scenario dove celebriamo anche la nostra fede calcistica per il Bologna Football Club 1909: esposte in sala puoi trovare le maglie e le tute storiche della squadra e periodicamente ospitiamo gli incontri del Club La Dolce Lucia, che qui ha la sua sede.

E sempre in tema sport, nel nostro locale puoi trovare anche il merchandising di Virtus e Fortitudo, le due squadre di basket che si contendono il derby della città di Bologna.

In autunno Arisbar ha ospitato anche i campioni della nobile arte del pugilato: tra gli ospiti il campione Nino Benvenuti e i grandi arbitri della storia della boxe che hanno festeggiato le medaglie e ricordato con citazioni e libri l’antica “Noble Art”.

E per chiudere con il sorriso, ricordiamo il ciclo di tre incontri “Una risata al giorno” realizzato con l’associazione Primo Levi di Casalecchio, che ha presentato una carrellata di personaggi irresistibili, di situazioni strampalate e giochi di parole per capire che ridere è un modo di pensare e di vivere meglio.

 

Avete perso tutti questi eventi? Nessun problema, il nostro caffè letterario non si ferma neanche nella stagione estiva: restate aggiornati qui e sulla nostra pagina Facebook per conoscere tutti i nostri appuntamenti!

Scrivi un commento

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi